Vacanza a cavallo Toscana per principianti e non

Amare la natura e gli animali è da sempre una nostra prerogativa, e condividere la passione per l’equitazione con tutti voi, ci riempie di gioia. Vieni a vivere una vacanza a cavallo  in Toscana con noi!

L’Agriturismo BIO Le Ceregne, in collaborazione con l‘Associazione Helios di Pieve Santo Stefano vi offre una vacanza a cavallo in Toscana con corsi di equitazione per principianti e passeggiate a cavallo per esperti cavalieri. Le lezioni e le passeggiate sono organizzate presso il Centro Ippico Associazione Helios di Pieve Santo Stefano, che dista da noi 15 minuti in auto. Nel cento ippico operano esclusivamente Guide Ambientali Equestri diplomante dalle Regione Toscana in base alla legge regionale 42/2000. Il Centro Ippico Helios, grazie all’esperienza decennale di Lorna (Guida Ambientale Equestre), è specializzato in corsi per bambini e principianti.

 

vacanza a cavallo toscanaIl trekking a cavallo permette in perfetta armonia con il paesaggio circostante di godere di momenti indimenticabili a contatto con la natura. La nostra meravigliosa terra Toscana ci regala momenti emozionanti fatti di paesaggi mozzafiato, siti di rilevanza storica di epoca romana e longobarda, passeggiate sui sentieri percorsi da San Francesco, attraversamenti del Tevere, che qui è ancora poco più di un ruscello, e tanti altri luoghi speciali e sconosciuti.

Vacanza a cavallo in Toscana

 

Formula Week-End

 “Primi Passi” (Riservato ai principianti) 

  • n. 2 lezioni in maneggio di 1 ora
  • n. 1 passeggiata breve
  • Costo: 95,00 euro per persona

“Cavalcando” (Riservato a cavalieri con esperienza)

  • n. 1 passeggiata breve
  • n. 1 escursione di mezza giornata (circa 3 ore di sella)
  • Costo 95,00 euro per persona

 

Formula settimanale

 “A tutto Galoppo” (Aperto a tutti)

  • n. 3 lezioni in maneggio
  • n. 1 passeggiata breve
  • n. 1 escursione di mezza giornata (circa 3 ore di sella)
  • Costo 190,00 euro per persona

Su richiesta si organizzano passeggiate, viaggi e pacchetti personalizzati.

Richiedi questa offerta

Richiedi questa offerta

Compila il modulo per richiedere senza alcun impegno questa offerta. In breve tempo riceverai una risposta da Giada e il tuo soggiorno alle Ceregne potrebbe diventare realtà!

Con bambini?
Seleziona il numero di bambini 0-3 anni
Seleziona il numero di bambini 4-12 anni

Piero della Francesca: Rinascimento in Toscana

Piero della Francesca

Scopri Piero della Francesca ed il Rinascimento in Valtiberina Toscana. Organizza qua la tua vacanza d’arte, percorrendo con la nostra guida d’arte la strada dell’artista fra Sansepolcro, Monterchi e Arezzo.

Piero di Benedetto de’ Franceschi, noto comunemente come Piero della Francesca (Borgo Sansepolcro, 1416/1417 circa – Borgo Sansepolcro, 12 ottobre 1492), è stato un pittore e matematico italiano. Tra le personalità più emblematiche del Rinascimento italiano, fu un esponente della seconda generazione di pittori-umanisti. Piero è il principale studioso della prospettiva, che rese in pittura la “terza dimensione”.

Abbiamo chiesto alla nostra guida di suggerire per i clienti dell’Agriturismo Le Ceregne Bio un Tour d’arte in Valtiberina Toscana sulle orme di Piero della Francesca.

Piero della Francesca: tour d’Arte 

Il nostro itinerario comincia a Sansepolcro, la cittadina in cui nacque intorno al 1412 Piero della Francesca. Nel Museo Civico sono conservate Piero della Francesca - Resurrezionequattro opere dell’artista tra cui il meraviglioso affresco de La Resurrezione sulla parete centrale della Sala dell’Udienza. Proseguiremo tra le colline della Valtiberina per raggiungere Monterchi, piccolo  borgo al confine con l’Umbria, ed ammirare la splendida Madonna del Parto. Omaggio di Piero della Francesca al paese natale della madre.

Il nostro tour terminerà ad Arezzo che vanta nella Cattedrale una  rappresentazione della Maddalena. Mentre nella Basilica di San Francesco il capolavoro indiscusso di Piero: il ciclo affrescato della Leggenda della Vera Croce che, dopo un lungo restauro, è tornato al suo antico splendore. Visitare gli affreschi sarà anche l’occasione per scoprire il bellissimo centro storico di Arezzo. Centro storico estremamente ricco di capolavori architettonici ed artistici, come le opere di Giorgio Vasari, le terracotte invetriate dei Della Robbia e le splendide vetrate del maestro francese Guillaume de Marcillat.

Contattaci per conoscere il tour che la nostra guida d’arte ha preparato per gli ospiti dell’agriturismo! Ti offriremo un soggiorno indimenticabile nella culla del rinascimento italiano.

Richiedi questa offerta

Richiedi questa offerta

Compila il modulo per richiedere senza alcun impegno questa offerta. In breve tempo riceverai una risposta da Giada e il tuo soggiorno alle Ceregne potrebbe diventare realtà!

Con bambini?
Seleziona il numero di bambini 0-3 anni
Seleziona il numero di bambini 4-12 anni

Soggiorni rilassanti al tempo del Covid-19!

appartamento-per-vacanze-sul-lago-di-montedoglio

Per una vacanza Covid-19 free all’insegna del relax, dello spazio e del tempo…

Cari ospiti siamo Antonella, Elena, Giada, Luigino, Francesco e Anna la grande famiglia di questo agriturismo! Come tutti sappiamo stiamo vivendo un periodi particolare, ma che ci aiuterà a riscoprire le cose belle della vita: i lenti ritmi, le serate in famiglia, le risate con gli amici, le passeggiate in campagna, i prodotti della terra, panorami da ammirare, il profumo dei fiori, un buon bicchieri di vino in compagnia, il silenzio della natura.

Proprio per offrirvi al meglio una vacanza all’insegna del relax e della libertà vi raccontiamo cosa stiamo facendo per regalarvi un soggiorno indimenticabile al tempo del Covid-19:

alloggio confortevoli con ampi spazi esterni riservati
area esterna per colazioni e cene con vista lago con tavoli distanziati per vivere al meglio la vostra pivacy
attività all’aperto personalizzate
servizio take away per godervi al meglio il vostro alloggio
piscina con ombrellone e sdraio riservati per l’intero soggiorno
check-in veloce con richiesta anticipata dei dati
sanificazione dell’attrezzatura sportiva fornita agli ospiti (biciclette, archi, etc.) prima di ogni utilizzo
– gli addetti alle pulizie sono dotati dei dispositivi di protezione individuale come richiesto dalle linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità
lo staff è adeguatamente informato e formato rispetto al comportamento da tenere e alle misure da mettere in atto nel caso in cui una persona presente all’interno dell’agriturismo presenti febbre e sintomi di infezione respiratoria
– Il rispetto della distanza interpersonale e delle altre misure e disposizioni impartite dalle autorità è facilitato da cartelli informativi e/o delimitazione degli spazi
– mettiamo a disposizione degli ospiti una o più postazioni con gel disinfettante per le mani
– nelle aree comuni, i pavimenti, il mobilio e tutti gli elementi che vengono a contatto ripetuto con gli ospiti vengono puliti e sanificati almeno due volte al giorno
gli alloggi, con le relative chiavi, vengono sanificati, oltre che puliti, prima di accogliere un nuovo ospite
– Le tovaglie o i coprimacchia sono sostituiti a ogni cambio di ospite
– Tutti i piatti, posate e bicchieri vengono lavati e disinfettati in lavastoviglie, compresi quelli non utilizzati, se c’è la possibilità che siano stati toccati dagli ospiti o dal personale

Vi aspettiamo per trascorrere assieme le vostre vacanze Covid-19 free qui a

Le Ceregne Bio!

» Vai alla pagina dei nostri contatti

Palio della Vittoria ad Anghiari!

Il 29 Giugno…
Il palio della Vittoria ad Anghiari si corre da oltre 500 anni!

Il Palio della Vittoria ad Anghiari non è solamente una rievocazione storica, ma uno dei più antichi pali di Toscana. Il palio è corso per celebrare la vittoria delle truppe fiorentine sui milanesi e stabilire finalmente il confine ad est del Granducato di Toscana.

La Battaglia di Anghiari fu un evento storico fondamentale per il Granducato di Toscana, tanto che i Medici vollero celebrarla con un palio simile corso lo stesso giorno a Firenze e commissionando a Leonardo da Vinci l’omonimo affresco “La Battaglia di Anghiari“. Il famoso affresco fu dipinto a Palazzo Vecchio nel salone dei Cinquecento a Firenze e oggi è divenuto una vera e propria chimera per gli appassionati di arte di tutto il mondo. Leonardo utilizzando una tecnica pittorica innovativa per l’epoca, portò a termine un affresco rovinato. Infatti il colore della parte superiore colò sulla parte inferiore, così che 60 anni dopo fu incaricato il Vasari di ridecorare quella parte del salone dei Cinquecento.

Ad aggi ancora non è chiaro se il Vasari distrusse l’affresco di Leonardo o ci ridipinse sopra nascondendolo, fatto sta che negli ultimi anni sono stati fatti saggi e test per ritrovare il Leonardo scomparso, ma ad oggi ancora il mistero non è stato risolto.

Palio della Vittoria ad Anghiari!

 

Il Palio della Vittoria ad Anghiari si corre al tramonto del 29 Giugno, giorno della storica battaglia. I corridori rappresentati dei comuni della valle guidati dal corteo storico si dirigeranno dal centro storico alla cappella della Vittoria. Da lì, allo sparo della bombarda partirà il famoso palio, i corridori si sfideranno di corsa e in salita per arrivare primi alla Piazza dei Mercanti (oggi piazza Baldaccio).

1440 metri di corsa, in gran parte in salita, su per la Croce a eterno ricordo dell’appartenenza alla Toscana di Anghiari e della Valtiberina tutta! Visita il sito del Palio della Vittoria ad Anghiari.

 

Vivi con noi la magia del Palio della Vittoria ad Anghiari! 

 

 

Richiedi questa offerta

Richiedi questa offerta

Compila il modulo per richiedere senza alcun impegno questa offerta. In breve tempo riceverai una risposta da Giada e il tuo soggiorno alle Ceregne potrebbe diventare realtà!

Con bambini?
Seleziona il numero di bambini 0-3 anni
Seleziona il numero di bambini 4-12 anni

Ph source:
http://goo.gl/L6Bya0
https://goo.gl/cfuFNd
http://goo.gl/aVFj0S
http://goo.gl/EMsxmg
http://goo.gl/rrBaQz

Riciclo creativo & Eco-Design: segnaposti floreali di carta forno

segnaposto-in-mano-riciclo-carta-cristina-sperottoL’estate quest’anno in Italia è arrivata tardi e ciò ha permesso alle amanti dei dolci come me di dilettarsi più a lungo in cucina con il forno acceso, cosa impensabile ora che le temperature fuori sono alte e che quindi si ha voglia di cibi freschi e veloci. Non vado molto d’accordo con il mio forno, non ho ancora capito se è lui il colpevole o se sono io a non saperlo usare a dovere: il risultato fino a poco tempo fa erano torte poco cotte dentro e bruciate sopra. Ho ovviato il problema coprendo la superficie dell’impasto con della carta forno, uniformando così la cottura e sfornando creazioni profumate per i palati esigenti della mia famiglia. Da buona ecologista, solitamente utilizzo lo stesso foglio di carta forno più volte, se pulito ovviamente. In questo modo mi ritrovo, dopo qualche cottura di dolci, con dei pezzi di carta di diverse sfumature di marrone. Invece che buttarle ho trovato per loro un nuovo utilizzo, indubbiamente un esperimento di riciclo creativo, che devo dire mi ha molto divertito. Manipolando questo materiale riciclato tra le mani me ne sono usciti dei fiori di carta molto gradevoli e decorativi.

segnaposto-piatto-riciclo-carta-cristina-sperottoLa cosa più simpatica è che questi fiori sono davvero versatili e possono essere utilizzati a diversi scopi: oggi ve li presento in veste di segnaposti per la vostra tavola, ma possono altrettanto essere declinati in portatovaglioli, così come posti insieme in una ciotola o in un vaso, messi tra i capelli, usati come chiudipacco, regalati come piccolo gesto d’amore. L’idea dei segnaposti mi è venuta dopo essere stata a cena in un agriturismo della mia zona che vende prodotti agricoli a km 0 e utilizza gli stessi prodotti da loro coltivati per il loro ristorante biologico. Oltre alla cucina a impatto zero, avevano avuto un occhio attento anche alla decorazione dei tavoli, ponendo sui piatti del ristorante dei mazzolini di foglie di vite e fiorellini seccati legati da un nastrino di iuta. Insomma, l’idea di decorare i piatti  mi è piaciuta molto e da lì, con qualche sperimentazione, è uscita l’idea che vi propongo oggi. Quindi come sempre, buon divertimento, e soprattutto buone vacanze!

segnaposto-collage-riciclo-carta-cristina-sperotto

OCCORRENTE:

  • carta forno usata (marroncina e bianca)
  • gavetta
  • cordoncino bianco da cucina (quello per legare gli arrosti)
  • nastro in iuta
  • perline in legno
  • colla a presa forte
  • scotch
  • forbici

occorrente-segnaposti-riciclo-carta-cristina-sperotto

PROCEDIMENTO:

  • step 1: prendere una striscia di carta forno riciclata, possibilmente ancora bianca, lunga circa 25 cm e alta circa 20 cm. Piegarla a metà.
  • Step 2: tagliare tante frange.
  • Step 3: arrotolare su se stessa la striscia sfrangiata e chiuderla con dello scotch alla base delle frange.
  • Step 4: ritagliare 5 petali a forma di “cuore” dalla carta forno riciclata marroncina.
  • Step 5: fissare con lo scotch i 5 petali attorno alle frange.
  • Step 6: sfrangiare la base bianca rimasta libera.
  • Step 7: Ripiegare le nuove frange verso l’alto.
  • Step 8: fissare di nuovo con lo scotch.
  • Step 9: prendere un pezzetto di nastro in iuta e posizionarci la base del fiore al centro mettendo della colla qua e là.
  • Step 10: ripiegare il nastro.
  • Step 11: decorare con un pezzo di gavetta.
  • Step 12: completare con un pezzo di cordino bianco e perline.

steps-1-2-3-4-segnaposti-riciclo-carta-cristina-sperotto

steps-5-6-7-8-segnaposti-riciclo-carta-cristina-sperotto

steps-9-10-11-12-segnaposti-riciclo-carta-cristina-sperotto

Cristina-Sperotto-a768Chi è Cristina Sperotto?

Sono una creativa dei materiali di scarto, ho reso la mia passione d’infanzia la mia professione, ovvero manipolare e trasformare materiali e colori. Attraverso il mio lavoro di eco-creativa cerco di dare il mio piccolo contributo alla crescita delle coscienze individuali. Così, attraverso i processi della trasformazione e della creazione, condotti nel divertimento mio e degli altri, impariamo insieme l’elasticità nel trovare nuove soluzioni per il benessere proprio e di tutte le parti, sensibilizzando contemporaneamente il nostro spirito ecologico e il nostro senso etico.

BlogOrk’Idea Atelier

FacebookOrk’Idea Atelier

Ricetta Minestra di pane Toscana

La minestra di pane toscana è un piatto tipico toscano, sempre presente durante l’inverno nelle tavole dei contadini della nostra terra.

La minestra di pane toscana è un piatto povero e gustoso a base di pane toscano raffermo e verdure di stagione. Di questo piatto ho il ricordo indelebile di mia nonna che la mattina mi portava a raccogliere le verdure fresche nei campi del nostro podere e poi il pomeriggio le cucinava sopra la stufa economica nella grande cucina di casa.

Ricetta Minestra di pane Toscana

Ingredienti:

  • Ricetta Minestra di pane Toscana3 cipolle per la zuppa, 1 cipolla per il pinzimonio
  • 6 carote
  •  4 costole sedano
  • 4 patate medio-grosse
  • 1 manciata di bietole
  • 1 manciata di cavolo nero
  • 250 grammi di fagioli cotti
  • 250 grammi di ceci cotti
  • 500 grammi di pomodori pelati
  • olio etra vergine di oliva qb
  • sale fino qb
  • pepe nero macinato qb
  • 4 lt circa di acqua
  • mezzo kg di pane toscano raffermo

Procedimento:

mettete la sera prima in ammollo in acqua fresca i fagioli e i ceci; quindi cuoceteli in acqua salata, portateli a metà cottura e metteteli da parte. Prendete le altre verdure lavatele e tagliatele a pezzetti di media grandezza, tranne la cipolla che va tagliata a pezzettini. Quindi mettete l’olio di oliva evo nella pentola fino a coprire il fondo e quando sarà caldo fate soffriggere cipolla, carote e sedano per 5 minuti. Aggiungete le patate e continuate a cuocere per altri 5 minuti. Poi bietole e cavolo nero ed infine i fagioli e i ceci. Dopo 5 minuti aggiungete i pomodori pelati e fate cuocere il tutto, sempre a fiamma media per altri 2 minuti. Infine aggiungete sale, pepe e acqua fino a coprire bene le verdure. Abbassate la fiamma e fate cuore a fuoco basso per 2 ore.

Prendente il pane e tagliatelo a fette alte circa un centimetro e dividetele in pezzi. Appoggiate le fette di pane in una zuppiera, aggiungete sopra la zuppa e continuate così per ameno 3 strati di pane e terminando con uno strato di zuppa. Fate riposare la zuppa per almeno 30 minuti e servitela.

La tradizione prevede di mangiare la zuppa di pane accompagnata da spicchi di cipolla fresca intinta nel sale.

Per rendere la minestra di pane ancora più gustosa, aggiungere sopra ogni strato di pane una bella manciata di pecorino stagionato grattugiato.

Accompagnate la minestra di pane con un buon chianti rosso e buon appetito!

Vieni ad assaggiare la Minestra di Pane Toscana questo piatto nel nostro ristorante!

Prenotazione Ristorante

Prenotazione Ristorante

Compila il modulo per prenotare il ristorante. In breve tempo riceverai una risposta da Giada!

Scegli la data per la prenotazione del tavolo
Con bambini?
Seleziona il numero di bambini 0-3 anni
Seleziona il numero di bambini 4-12 anni

Eventi provincia di Arezzo

Vieni a vivere un’esperienza unica, scopri gli eventi nella provincia di Arezzo!

La provincia di Arezzo offre tutto l’anno variati appuntamenti culturali ed enogastronomici. I suoi borghi più belli come Anghiari, Cortona e Poppi offrono pali e sagre con storie secolari da raccontare. Trascorrere le vacanze nella provincia di Arezzo, non è solamente un’occasione per scoprire i tesori nascosti di questa terra rinascimentale, ma anche vivere momenti conviviali con gli abitanti del luogo e godere a pieno dell’ospitalità toscana.

Un’ app per chi ha già programmato una vacanza nella provincia di Arezzo o per chi ha bisogno di spunti di viaggi!

Arezzo e le sue quattro vallate Valtiberina, Valdichiana, Valdarno e Casentino offrono al viaggiatore tanti momenti di divertimento e cultura. Musica, artigianato, teatro, natura, prodotti tipici, folklore, arte, spettacolo, mostre, escursioni, antiquariato sono alcune delle offerte di svago che Arezzo e la sua provincia offrono ai visitatori che da tutto il mondo ogni anno vengono a scoprire la nostra terra toscana.

Per offrire a tutti coloro che hanno scelto Arezzo e la sua provincia come meta delle proprie vacanze nasce il bollettino mensile degli eventi e un’app gratuita! Così da avere sempre a portata di mano mappe ed appuntamenti della provincia.

Eventi provincia di Arezzo

Scarica qui il bollettino degli Eventi nella Provincia di Arezzo.

Scarica la app gratuita Eventi  & Turismo dallo store del tuo telefonino.

Visita il sito dove troverai tuti gli appuntamenti della Provincia di Arezzo AroundArezzo

Prenota ora la tua vacanza!

Richiedi questa offerta
Con bambini?
Seleziona il numero di bambini 0-3 anni
Seleziona il numero di bambini 4-12 anni

Idee regalo agriturismo Toscana: cofanetti regalo weekend agriturismo

“Stai cercando un’idea regalo originale? Approfitta dei nostri cofanetti idee regalo weekend in agriturismo in Toscana e farai un figurone!”

Ti proponiamo un Buono Regalo personalizzato per una vacanza indimenticabile nel nostro agriturismo in Toscana dove potrai scegliere le attività da abbinare al soggiorno e se vuoi stupire il tuo ospite con sorprese particolari quali omaggi floreali o bottiglia di vino saremo a tua disposizione per garantirti una sorpresa indimenticabile.

Idee regalo agriturismo Toscana: cofanetti regalo weekend agriturismo

COME FUNZIONA

La nostra offerta “Idee regalo agriturismo Toscana: cofanetti regalo weekend agriturismo” prevede 2 o più pernottamenti in camera matrimoniale o appartamento con colazione, tu potrai scegliere se aggiungere 1 o più cene e le attività. Inoltre se il regalo è per un’occasione speciale come compleanno, anniversario o una ricorrenza a te cara potrai aggiungere fiori, bottiglia di spumante o torta da far trovare in camera o al tavolo della colazione o della cena.

Dopo che avrai scelto la tua formula riceverai un coupon formato pdf con i nomi dei destinatari, ciò che il buono regalo comprende e il periodo in cui sarà spendibile. Il buono ha validità 6 mesi dall’emissione e sarà spendibili in una data a piacere del destinatario (in base alla disponibilità della struttura). Infine starà a te decidere dove stamparlo se su pergamena, cartoncino o biglietto di auguri per donarlo alla persona amata.

 

Attività da abbinare al soggiorno

 

Sorprese da abbinare al soggiorno

  • Mazzo di fiori in camera o al tavolo
  • Addobbo floreale della camera
  • Torta al tavolo colazione o cena
  • Frutta fresca con bottiglia di spumante in camera
  • Stuzzichini con bottiglia di vino rosso in camera
Richiedi questa offerta

Richiedi questa offerta

Compila il modulo per richiedere senza alcun impegno questa offerta. In breve tempo riceverai una risposta da Giada e il tuo soggiorno alle Ceregne potrebbe diventare realtà!

Con bambini?
Seleziona il numero di bambini 0-3 anni
Seleziona il numero di bambini 4-12 anni

Riciclo creativo & Eco-Design in Toscana: centro tavola e sagnaposti natalizi dalla natura

C’è un pettirosso che da due anni sverna sul nostro terrazzo. E’ tornato oggi dopo una lunga estate trascorsa chissà dove, l’ho pensato spesso dalla primavera in qua, chiedendomi se l’avrei rivisto con i primi freddi.

centrotavola-riciclo-natura-dettaglio-cristina-sperotto

 Oggi mi è preso un colpo al cuore quando l’ho scoperto poggiato ad uno dei nostri frangivento bianchi, mentre mi fissava e pareva scodinzolare per salutarmi. Gli ho subito messo del cibo davanti alla porta a vetri, come ero solita fare l’inverno scorso, e lui è arrivato, un po’ mi fissava e un po’ beccava a terra. Sarà di nuovo il mio compagno quotidiano: mentre lavorerò al computer seduta al tavolo, guarderò fuori e lo vedrò lì, venire e rivolare di continuo, sbirciando dentro casa ogni tanto per vedere che faccio. Con la neve il suo sottogola arancio-rosso sembrerà ancora più brillante. Che bell’inverno mi aspetta e che emozioni forti sa regalare la natura solo osservandola.

segnaposto-2-riciclo-natura-cristina-sperotto

Nel mondo dell’agriturismo bio Le Ceregne si vive letteralmente a contatto con la natura, immersi in un silenzio rotto solo dai cinguettii e dallo scricchiolare del legno. Trascorrere una vacanza immersi nel verde ci offre l’opportunità di riconnetterci profondamente a noi stessi, uscendone rigenerati e pronti a generare soluzioni creative per il nostro benessere. Questo ve lo posso assicurare perché l’ho vissuto in prima persona e prima o poi ve lo racconterò. Al di là delle vacanze bio e green, ogni più piccola occasione di stare nella natura può offrirci grandi sensazioni e possibilità di creare. Da una semplice passeggiata nel bosco si può tornare a casa con un tale ricco tesoro – raccolto sempre con totale rispetto verso l’ambiente – da fare impallidire anche l’anello più prezioso. Questo ai miei occhi di eco-creativa ovviamente. Passeggiando si possono raccogliere rami, foglie, bacche e se siete al mare conchiglie, sabbia, legni sbiancati dalla corrente dell’acqua. In ogni angolo del nostro Pianeta la natura è pronta a regalarci qualcosa, come per ricordarci che tutto c’è già, mentre siamo noi, con la nostra mente razionale, che ci ostiniamo a vivere nel senso di mancanza.

Oggi creiamo qualcosa per la tavola in tema natalizio e per farlo non dobbiamo fare altro che… passeggiare. Camminando all’aria aperta prendiamo l’abitudine di raccogliere le forme naturali che colpiscono la nostra attenzione (sempre, mi raccomando, senza nuocere all’ambiente e rispettando i divieti) e ad usarle quindi per creare ciò che ci serve o che desideriamo. Più ci alleniamo a fare questo e più in noi il concetto di eco-sostenibilità germoglierà in un nuovo eco-comportamento.segnaposto-riciclo-natura-cristina-sperotto

Di seguito il tutorial per realizzare centrotavola e segnaposti natalizi con elementi naturali, questo vuole essere un mio piccolo dono fotografico speciale alle mie amiche Giada ed Elena de Le Ceregne, nel quale riconosceranno la morbida corteccia profumata che circonda la loro eco-realtà. Mi piace pensare i piatti del ristorante bio decorati con il calore della natura anche per Natale, ma loro in verità lo fanno già tutto l’anno ed è anche per questo che ogni cosa lì è così speciale.

Buone Felici Feste a Tutti!

 

OCCORRENTE PER CENTROTAVOLA:

occorrente-riciclo-natura-cristina-sperotto

cortecce lunghe

pigne / elementi naturali

conchiglie

corda

lana rossa

colla a caldo

 

 

PROCEDIMENTO:

STEP 1: raccogliere delle cortecce tra le mani e legarle insieme con della corta

STEP 2: chiudere a ghirlanda le cortecce, fissando ancora con la corda

STEP 3: decorare le cortecce con della lana rossa

STEP 4: incollare rami, conchiglie ed elementi naturali sulle cortecce come decorazione

step-1-2-3-4-centrotavola-riciclo-natura-cristina-sperotto

RISULTATO: inserire al centro del lavoro un vaso in vetro con una candela

risultato-centrotavola-riciclo-natura-cristina-sperotto

 

OCCORRENTE PER SEGNAPOSTO:

occorrente-riciclo-natura-cristina-sperotto

una corteccia lunga

conchiglie ed elementi naturali

lana rossa

colla a caldo

 

 

 

 

PROCEDIMENTO:

STEP 1: avvolgere attorno alle dita la corteccia

STEP 2: fissarla con della lana rossa

STEP 3: decorare il segnaposto con elementi vari

STEP 4: ecco il risultato

step-1-2-3-4-segnaposto-riciclo-natura-cristina-sperotto
Cristina-Sperotto-a768-199x300Chi è Cristina Sperotto?

Sono una creativa dei materiali di scarto, ho reso la mia passione d’infanzia la mia professione, ovvero manipolare e trasformare materiali e colori. Attraverso il mio lavoro di eco-creativa cerco di dare il mio piccolo contributo alla crescita delle coscienze individuali. Così, attraverso i processi della trasformazione e della creazione, condotti nel divertimento mio e degli altri, impariamo insieme l’elasticità nel trovare nuove soluzioni per il benessere proprio e di tutte le parti, sensibilizzando contemporaneamente il nostro spirito ecologico e il nostro senso etico.

BlogOrk’Idea Atelier

FacebookOrk’Idea Atelier

Scopri Cortona: i misteri del mondo Etrusco… under the Tuscan Sun!

Scopri con il tour dell’Agriturismo Le Ceregne BIO una delle cittadine più famose in Toscana: Cortona, tra la Valdichiana e la Valtiberina. CONTATTACI! 

Questo tour vi guiderà alla scoperta della Valdichiana: la valle più estesa del centro Italia, ricca di splendidi borghi come Castiglion Fiorentino, Castiglion_FiorentinoMonte San Savino, Lucignano e soprattutto l’incantevole Cortona la cui suggestiva posizione collinare offre una vista completa sulla vallata.

La graziosa cittadina, ormai nota in tutto il mondo come scenario del best-seller “Under the Tuscan sun”, non è solo il luogo ideale per una sosta di piacere ma vanta anche un glorioso passato. Fondata dagli Etruschi nel 7° sec. a.C., Cortona vi offre l’opportunità di un viaggio attraverso i misteri di quest’affascinante civiltà che costituisce le radici della cultura toscana. 

Cortona (3)

Il tour prosegue al Lago Trasimeno, al confine tra Toscana e Umbria, dove potrete rilassarvi con una passeggiata lungo le rive del lago, tra i vicoli del centro di Castiglion del Lago oppure con un’escursione in battello fino all’Isola Maggiore. Una giornata tra arte e natura in una delle zone più tranquille della Toscana.

Lago_Trasimeno

Dal sito intoscana.it:

 “Under the Tuscan Sun”, della scrittrice americana Frances Mayes è stato un best seller, uno dei romanzi più letti in America, che ha contribuito aCortona (2) fare della Toscana un’icona del turismo internazionale. Dal libro è nato l’omonimo film di Audrey Wells che è riuscito in pieno a restituire allo spettatore il clima di calma e spiritualità che il paesaggio della cittadina aretina comunica a chi si trovi a soggiornarvi. Il lifestyle che il film esprime è rintracciabile anche nelle strade del centro storico di Cortona, dove palazzi medievali ancora abitati ospitano botteghe artigiane e trattorie con prodotti tipici toscani.

Una tipicità che Cortona si sforza di mantenere nonostante la sua notorietà internazionale e flussi turistici che, talvolta discreti ma talvolta oceanici, ogni anno arrivano copiosi nella cittadina toscana.

La bellezza particolare di Cortona ha ispirato anche Mario Monicelli, che vi ha ambientato “Il fu Mattia Pascal”, tratto dal romanzo di Luigi Pirandello. Ed è sempre a Cortona che sono state girate alcune scene del film “Copia Conforme”, nel quale le strade medievali del centro storico, la piazza della Repubblica nella quale si affaccia il Palazzo comunale, sono state per percorse dalla bella Juliette Binoche in coppia con il cantante lirico William Shimell, protagonista del film. Senza dimenticare che Cortona è stata, insieme ad Arezzo e ad altre località della provincia, location del film “La vita è bella” di Roberto Benigni.

Palazzo_barberini,_salone_di_pietro_da_cortona_12

Vuoi scoprire Cortona e la Val di Chiana con il tour dell’Agriturismo Le Ceregne BIO ?

Ph source:

http://goo.gl/i5eCK

http://goo.gl/qkTuq

http://goo.gl/AmDYv

http://goo.gl/cNmUW

http://goo.gl/ggG45

http://goo.gl/vDlu5